Aria 
separatore

All’interno del Coordinamento Ambiente, l’Ufficio Tutela dell'aria svolge le funzioni, di competenza del Comune, nell'ambito dell'inquinamento urbano tipico delle aree molto popolate.
La qualità dell'aria nei centri urbani rappresenta uno dei temi di maggior criticità ambientale la cui causa va ricondotta alle emissioni dei gas di scarico degli autoveicoli, alle centrali elettriche, alle fabbriche, agli impianti di incenerimento e agli impianti di riscaldamento alimentati con combustibili fossili (es. gasolio).

Con il nuovo quadro normativo (D.lg. 351/99, D.M. 60 del 02/04/2002, D.M. 261 del 01/10/2002) si è passati da una normativa improntata sulla logica di "emergenza" ad una normativa ispirata invece al concetto di "prevenzione dell'inquinamento atmosferico, del risanamento e del mantenimento della qualità dell'aria".

Sulla base di tale impostazione  il Comune di Verona ha approvato il  Piano di azione per la qualita dell'aria (delibera della Giunta comunale n. 420 del 16/11/2005). Per fronteggiare in maniera strutturale la situazione dell’inquinamento atmosferico a Verona e dare risposte concrete e aggiornate alla cittadinanza, è stato sottoscritto il 16 dicembre 2008 un accordo tra Comuni dell’area Metropolitana, Provincia, ARPAV, ULSS e Università di Trento, finalizzato alla predisposizione di un Piano di Azione e Risanamento della Qualità dell’Aria coerente e condiviso tra tali enti.

Il Coordinamento Ambiente è  impegnato con servizi relativi a:
1. Controllo delle emissioni di veicoli, cd. Ordinanza bollino blu (Ordinanza 27.12.2006 n. 1673)
2. Controlli a campione dei gas di scarico dei veicoli circolanti (anche se dotati di bollino blu)
3. Controlli ordinari per impedire la sosta a motore acceso senza esigenze legate alla circolazione dinamica
4. Adesione alle iniziative ministeriali/regionali di incentivazione
6.Incentivi comunali per la trasformazione delle auto verso il metano/gpl
7.incentivi comunali per la bonifica delle coperture contenenti amianto
8.incentivi per la sostituzione delle caldaie a gasolio verso il metano
9. BICIBIZ- incentivi economici per l'acquisto di biciclette elettriche
10. Controllo a campione del rendimento energetico degli impianti termici > 35 kW e <350 kW (L 10/91).
11. piantumazioni  e forestazioni: iniziativa "un albero per ogni nato"
12.installazione di impianti a metano su veicoli del parco auto comunale e acquisto di veicoli a ridotto impatto ambientale per rinnovo Parco Auto comunale
13. collaborazione con settore traffico su progetto city logistic- per una razionale distribuzione delle merci
14. collaborazione con settore traffico su progetto bike sharing
15. Impiego di mezzi di trasporto a basso impatto per il trasporto pubblico locale
16. Ordinanza per regolamentare l'utilizzo di prodotti fitosanitari


I servizi in programmazione futura sono
1. Accelerazione dei piani di acquisto di mezzi di trasporto pubblico a ridotto impatto inquinante.
2. Car pooling.
3. Limitazioni alla sosta prolungata dei pullman turistici in centro città.
4. Incremento dell'informazione sulle opportunità offerte dal trasporto non privato (orari autobus, fermate, taxi collettivi, car sharing...)

Link utili

Ministero dell'Ambiente
ARPAV - Dati qualità dell'aria
ULSS20 di Verona- Dipartimento di prevenzione

 

Dimensione testo: Aumenta (+)   Diminuisci (-) 

now:{ts '2014-11-28 18:56:14'}, cfide:45576820, cftoken:68317793, showunpublished:NO application nq_verioning: 1