Procedura istanza per manifestazioni musicali temporanee in luogo pubblico o aperto al pubblico 
separatore
Invia Stampa Condividi

Il Coordinamento Ambiente rilascia, nell’ambito di quanto stabilito dall’art. 15 del vigente Regolamento Comunale per la disciplina delle attività rumorose, approvato con delibera n. 61 del 10 ottobre 2013, un’autorizzazione a effettuare attività musicali in deroga ai limiti acustici disposti dal D.P.C.M. 14 novembre 1997, in occasione di manifestazioni temporanee e di manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico ai sensi dell’art. 6 comma 1 lettera h) della Legge Quadro 26 ottobre 1995 n. 447 e del vigente Regolamento Comunale per la disciplina delle attività rumorose.

Tutti coloro che intenderanno organizzare manifestazioni musicali temporanee, in luogo pubblico o aperto al pubblico (concerti, spettacoli, feste popolari, festival, sagre, manifestazioni di partito/sindacali, feste di beneficenza, manifestazioni sportive ecc.), per le quali sia prevista almeno una delle seguenti caratteristiche:


il superamento dei limiti acustici di immissione;
- l’utilizzo di impianti di amplificazione di potenza superiore ai 300 W;
la durata sia superiore a 2 giorni consecutivi o a 3 giorni anche non consecutivi nell’arco di un mese;
- terminino oltre le ore 22.30 nei giorni di lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e oltre le ore 23.30 nei giorni di venerdì, sabato, domenica e festivi;

dovranno presentare:

 

- le imprese: istanza esclusivamente on-line in formato digitale tramite Sportello Telematico e ottenere l'autorizzazione;

- i privati: istanza cartacea al Coordinamento Ambiente e ottenere l'autorizzazione.

 

Il responsabile della manifestazione dovrà compilare l’apposito modulo per la richiesta di autorizzazione per manifestazioni musicali.

Il responsabile dell’impianto di amplificazione o il responsabile della manifestazione, dovranno compilare l’allegato n. 1. relativo alla potenza della strumentazione e alla sua taratura.

Per le manifestazioni oltre le ore 24.00 o con impianto di potenza superiore ai 7.000 W dovrà essere compilato, da un tecnico competente in acustica, l’allegato 2 per la presentazione del monitoraggio acustico.

 

Al modulo della richiesta di deroga andranno allegati:

  • planimetria in adeguata scala (scaricabile dal S.I.T. - Sistema Informativo Territoriale del Comune di Verona) con l’individuazione dell'area interessata dalla manifestazione e della dislocazione delle casse acustiche e la direzione del suono;
  • allegato 1 (responsabile dell'impianto di diffusione musicale), allegato 2 (procura speciale per l'effettuazione del monitoraggio acustico, qualora dovuto);
  • fotocopia documento d’identità del firmatario, del responsabile dell'impianto e del tecnico competente in acustica, necessario solo nel caso in cui la modulistica non sia firmata digitalmente;
  • ricevuta di versamento su c/c postale n. 00236372, intestato al Servizio Tesoreria – Comune di Verona, oppure su c/c bancario IT96B0200811725000003465410 intestato a Unicredit Banca Servizio Tesoreria – Comune di Verona, causale: “Coordinamento Ambiente - accertamenti di tutela ambientale”:

a) per i privati: dell'importo di € 36,15 per le richieste di deroga che non necessitano di presentazione tramite Sportello Telematico;

b) per le imprese: dell'importo totale di € 68,15 per le richiesta di deroga di imrpese che necessitano di presentazione tramite Sportello Telematico (€ 36,15 per l'isruttoria + € 32,00 equivalenti a 2 marche da bollo);

  • solo per i privati: n. 2 marche da bollo da € 16,00 (una da applicare sulla presente domanda e una per il rilascio dell’autorizzazione);

Sono esenti dalle marche da bollo:

  • le Onlus, presentando l'attestazione dell'iscrizione all’Anagrafe Unica delle Onlus-Registro Regionale;
  • le federazioni sportive, enti di promozione sportiva e società sportive dilettantistiche, presentando l'attestazione dell'iscrizione al Registro Nazionale delle associazioni e società sportive dilettantistiche del C.O.N.I.;
  • partiti politici per la propaganda elettorale;
  • gli enti pubblici.
     

Per le manifestazioni che si concludono entro le ore 24.00, tutta la documentazione dovrà essere consegnata al Coordinamento Ambiente almeno 20 giorni prima della manifestazione.

Per le manifestazioni che si concludono oltre le ore 24.00 ed entro le ore 02.00, tutta la documentazione dovrà essere consegnata al Coordinamento Ambiente almeno 45 giorni prima della manifestazione.

Ai sensi dell’Art. 15 comma 3 e 4 del vigente regolamento comunale per la disciplina delle attività rumorose, nel caso di spettacoli musicali che utilizzino impianti di diffusione sonora di potenza superiore a 7.000 W o si svolgano oltre le ore 24.00 (escluse le aree individuate dalla Giunta Comunale), all’istanza di autorizzazione in deroga ai limiti acustici, dovrà essere allegata la documentazione previsionale di impatto acustico (D.P.I.A.) redatta da un tecnico competente in acustica. Se la D.P.I.A. non sarà allegata all’istanza, il Coordinamento Ambiente rilascerà l’autorizzazione in deroga fino le ore 24.00 limitando altresì la potenza di amplificazione dell’impianto.

Nel caso di spettacoli musicali con le caratteristiche di cui paragrafo precedente, le emissioni sonore dovranno essere monitorate da un tecnico competente in acustica che provvederà a redigere apposita documentazione tecnica che attesti l’avvenuto rispetto dei limiti indicati nell’autorizzazione.


Le manifestazioni non necessitano di autorizzazione purché presentino le seguenti caratteristiche:

  1. non hanno durata superiore a 2 giorni consecutivi o a 3 giorni non consecutivi nell'arco di tempo di un mese;
  2. la potenza complessiva degli impianti di amplificazione è inferiore ai 300 W;
  3. le attività musicali cessano entro le ore 22.30 nei giorni di lunedì, martedì, mercoledì, giovedì ed entro le ore 23.30 nei giorni di venerdì, sabato, domenica e festivi;

dovranno essere preventivamente autocertificate del responsabile della manifestazione, con dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 28.12.2000 n. 445, che costituirà titolo di autorizzazione da mantenere a disposizione e da esibire agli organi di vigilanza in caso di controllo.


 

Ai sensi dell’art. 16 comma 2 presso una medesima area pubblica o aperta al pubblico, non saranno ammesse più di 15 serate, che utilizzino impianti di amplificazione di potenza superiore a 300 W, nell’arco di tempo di un anno, salvo deroga motivata della Giunta Comunale, ad esclusione dei seguenti siti:

 

a) Arena di Verona;

b) Piazza Brà;

c) Teatro Romano;

d) Castello di Montorio;

e) Bastioni Via Città di Nimes;

f) Bastioni SS. Trinità (Via Faccio);

g) Piazza dei Signori;

h) Piazza San Zeno;

i) Chiostro Sant’Eufemia;

j) Chiostro Santa Maria in Organo;

k) Aree e pertinenze interne dell’ex Arsenale;

l) Corte Molon;

m) Area Bastioni ex Caserma Passalacqua;

n) Cortile Mercato Vecchio.

Il Coordinamento Ambiente, ove sussistono i presupposti, rilascia al richiedente l’autorizzazione in deroga.



Ultimo aggiornamento: 01/10/2014

Dimensione testo: Aumenta (+)   Diminuisci (-) 

now:{ts '2014-12-20 21:48:29'}, cfide:47777211, cftoken:68654554, showunpublished:NO application nq_verioning: 1