Idoneità alloggio 
separatore

L'attestazione di idoneità alloggiativa è un documento che attesta l'abitabilità dell’alloggio secondo parametri prestabiliti dalla normativa. La domanda deve essere presentata presso lo Sportello polifunzionale Adigetto. L'attestazione può essere rilasciata solo per le abitazioni ubicate nel Comune di Verona. 

L'attestazione di idoneità alloggiativa è necessaria per:

  • sottoscrivere il Contratto di soggiorno per lavoro subordinato (art. 5-bis del D.Lgs. 286/98);
  • ottenere il permesso di soggiorno per Lavoro Autonomo (art. 26 del D.Lgs. 286/98);
  • ottenere il permesso di soggiorno per ricongiungimento familiare e per familiari al seguito (art. 6 D.P.R. 394/1999);
  • ottenere il permesso di soggiorno per coesione familiare (art. 30 del D.Lgs. 286/98);
  • ottenere il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (art. 9 del D.Lgs. 286/98).

L'attestazione ha validità di mesi 6 ai sensi dell’art. 41 D.P.R. 445/2000.
La richiesta va presentata allo Sportello Idoneità Alloggio, su appuntamento, presentandosi alla Stanza n. 3 degli sportelli polifunzionali di via Adigetto 10 (ingresso dal retro, lungo le mura)
.

COME FISSARE UN APPUNTAMENTO

On-line
Oltre al sistema di prenotazione telefonica è attivo il sistema di prenotazione on-line, per appuntamenti nelle giornate di martedì e giovedì.

Per effettuare una prenotazione Idoneità abitativa clicca qui e scegli l'ora e la data tra le proposte offerte, compilando tutti i dati richiesti. Il sistema attribuisce un codice prenotazione e rilascia una ricevuta con tutte le istruzioni utili, da esibire il giorno dell'appuntamento allo sportello, unitamente agli altri documenti richiesti.
Qualora l'ufficio riscontrasse in agenda più prenotazioni relative alla stessa persona, sarà considerato valido solo il primo appuntamento.

Appuntamento telefonico
Si può fissare l'appuntamento anche telefonicamente chiamando il numero 045 8077043, dal lunedì al venerdì, nei seguenti orari:
• lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13;
• martedì e giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.

Il tempo per l’istruttoria della pratica è di 30 giorni; in caso di ricongiungimento e/o coesione familiare il tempo per l'istruttoria della pratica è di 45 giorni. Allo scadere dei termini, l’attestazione potrà essere ritirata al banco informazioni.

INTEGRAZIONE DI DOCUMENTI -  La pratica va presentata completa di ogni documento richiesto. In caso di eventuale carenza di un documento non essenziale all'accoglimento dell'istanza verrà fissato un appuntamento per l'integrazione dall'operatore di sportello che ha acquisito la pratica.

PARAMETRI NORMATIVI DI RIFERIMENTO PER L'ABITAZIONE - DECRETO MINISTERO DELLA SANITA' 1975

Il D.M. Sanità 5 luglio 1975 prevede che per ogni abitante sia assicurata una superficie abitabile non inferiore a mq 14, per i primi 4 abitanti, ed a mq 10 per ciascuno dei successivi.

Stabilisce inoltre che le stanze da letto abbiano una superficie minima di mq 9, se per una persona, e di mq 14  se per due persone.

Ogni alloggio deve essere dotato di una stanza di soggiorno di almeno mq 14.
Le stanze da letto, il soggiorno e la cucina devono essere provvisti di finestra apribile. 

L'altezza minima interna utile dei locali adibiti ad abitazione è fissata in m 2,70 riducibili a m 2,40 per i corridoi, i disimpegni in genere, i bagni, i gabinetti ed i ripostigli.
 
Per i monolocali è prevista una superficie minima di mq 28 per una persona e mq 38 per due persone.
 
Laddove le condizioni climatiche lo richiedano gli alloggi devono essere dotati di impianti di riscaldamento. 

Nel caso di un figlio di età inferiore agli anni 14 al seguito di uno dei genitori, l’idoneità abitativa può essere sostituita dal consenso del titolare dell’alloggio nel quale il minore dimorerà.



Informazioni e contatti:

L’istanza per l’ottenimento del certificato deve essere presentata al Comune, presso lo Sportello Adigetto.

Per conoscere lo stato della pratica CLICCA QUI e inserisci il codice cliente, l'anno e il numero della pratica contenuti sulla ricevuta, rilasciata dallo sportello al momento della registrazione della domanda.



Come:

DOCUMENTI DA PRESENTARE

La domanda ed i documenti vanno presentati in originale insieme ad una copia degli stessi.

La domanda per il rilascio/rinnovo dell'idoneità dell’alloggio deve essere redatta su apposito modulo (Modulo 1 - disponibile presso lo Sportello Adigetto o scaricabile sul portale del Comune di Verona) e corredata dei seguenti documenti:
 

  • Documento di identità del richiedente e titolo di soggiorno:

• Carta di identità italiana  o   carta di identità rilasciata dallo stato di appartenenza (per cittadini UE) o passaporto
• Permesso/carta di soggiorno 
• Kit postale di rinnovo in caso di titolo di soggiorno scaduto
• Codice fiscale

  • Fotocopia del passaporto del beneficiario dell’attestato di idoneità alloggiativa se diverso dal richiedente;
  • 2 marche da bollo da 16,00 euro;
  • ricevuta di versamento diritti di segreteria di € 30,00 sul conto corrente postale n. 236372 intestato a Comune di Verona – Riscossioni varie Servizio Tesoreria; causale: diritti di segreteria Idoneità Alloggiativa cap. 06060;
  • certificazione relativa all’impianto termico:
    - per caldaie da appartamento con potenza non sup. ai 35 kw, presentare “Allegato G”  rilasciato da un tecnico qualificato, attestante l’avvenuto controllo dell’ impianto (nell’anno in corso o ultimo utile) ed il suo corretto funzionamento ai fini della sicurezza;
    - per alloggi riscaldati tramite centrale termica - caldaie con potenza sup. ai 35 kw -, presentare dichiarazione sostitutiva di atto notorio, rilasciata dall’amministratore del condominio (Modulo 3), attestante l’avvenuto controllo dell’ impianto ed il suo corretto funzionamento ai fini della sicurezza;
    - per alloggi serviti da teleriscaldamento   presentare dichiarazione sostitutiva di atto notorio, rilasciata dal proprietario dell’immobile (Modulo 2);
  • dichiarazione sostitutiva di atto notorio, rilasciata dal proprietario dell’immobile (Modulo 2), attestante
    • che l’impianto elettrico è provvisto dell’interruttore differenziale (salvavita);
    • gli estremi catastali dell'immobile concesso in uso (locazione - comodato gratuito...)
    • l'avvenuto pagamento dell'ultima annualità di rinnovo del contratto di locazione o l'opzione per la cedolare secca

NOTA BENE: tutte le dichiarazioni sostitutive di atto notorio dovranno essere accompagnate dalla fotocopia del documento di identità valido del dichiarante.

ULTERIORI DOCUMENTI DA PRESENTARE NEI SEGUENTI CASI

Abitazione di proprietà
Compilazione Modulo 2.

Abitazione in affitto o comodato
Contratto di affitto o comodato registrato presso l’Agenzia delle Entrate.

Se l’abitazione è concessa in comodato, produrre anche il titolo di proprietà di chi concede il comodato.

Se il contratto/comodato è intestato a più persone, di tutti gli intestatari occorre la firma per assenso di tutti gli intestatari sulla istanza (Modulo 1) unitamente alla fotocopia del documento d’identità di ognuno.

Residenza presso l'abitazione del datore di lavoro
• contratto di locazione dell’alloggio intestato al datore di lavoro; se di proprietà compilazione Modulo 2
• dichiarazione sostitutiva di atto notorio del datore di lavoro che mette a disposizione una porzione del suo alloggio (Modulo 4)

Alloggio intestato a una società che mette lo stesso a disposizione di un suo dipendente
• contratto di locazione dell’alloggio intestato a; se di proprietà compilazione Modulo 2
• dichiarazione sostitutiva di atto notorio del legale rappresentante, con recente visura camerale (Modulo 5)

• Abitazione utilizzata in caso di portierato
• dichiarazione sostitutiva di atto notorio dell’Amministratore del Condominio (Modulo 6)
• copia del contratto di lavoro.

La domanda può essere inoltrata da terza persona purché munita di delega (Modulo Delega).

Dimensione testo: Aumenta (+)   Diminuisci (-) 

now:{ts '2014-10-31 04:59:06'}, cfide:46171337, cftoken:10593060, showunpublished:NO application nq_verioning: 1